Skip to content

Amare, dare dignità e aiutare i disabili (parte I).

uno dei nostri volontari con alcuni bambini di Nirmal NiketanIn India, ci sono tra i 40 e i 90 milioni di persone affette da disabilità, mentali e fisiche. Appartengono soprattutto a famiglie povere. Su di essi pesano, oltre alle difficoltà delle loro condizioni anche pregiudizi sia sociali che religiosi, che li vogliono relegati ai margini della società.

Noi di V.I.D.A. Onlus dopo l’esperienza diretta sul campo, con le missioni umanitarie, abbiamo potuto vedere di quanto hanno bisogno di un aiuto concreto e a lungo raggio le persone e i bambini con disabilità. Si tratta per lo più di cecità, sordità, problemi muscolari, dovuti a una pessima alimentazione e a condizioni di igiene davvero precarie, al limite della dignità. Ed è per questo che vogliamo aiutare in particolar modo quei centri, strutture e progetti che hanno come obiettivo e programma di lavoro il sostegno e il miglioramento delle condizioni di queste persone.

Uno dei centri che offre questo tipo di sostegno è il centro di Daya Dan a Calcutta, gestito dalle Missionarie della Carità, di Madre Teresa. Assiste 70 bambini e bambine. Un centro in cui regna una profonda attenzione e voglia di dare amore e cure agli ospiti, che sono affetti da diversi tipi di disabilità e malattie, come la malaria. Le suore tutti i giorni della loro vita si dedicano con amore e attenzione a questi piccoli angeli abbandonati dalle famiglie o troppo povere per mantenerli o troppo preoccupate e spaventate dalla malattia che affliggeva il proprio figlio o figlia.

Una nostra volontaria con uno degli ospiti di Daya DanL’altro centro che vuole contribuire ad alleviare le condizioni difficili dei bambini disabili è il Nirmal Niketan. È nato da un paio di anni, nella periferia di Calcutta, e già accoglie quasi una trentina di bambini disabili o con malformazioni fisiche della zona. E a loro si offre l’accesso all’istruzione più adatta a loro, caso per caso, e anche l’opportunità di migliorare le proprie condizioni con cure e attenzioni specifiche. È gestito dai Missionaries of the Word ed è interamente finanziato da V.I.D.A. Onlus, ed è anche il centro in cui svolgiamo le nostre missioni umanitarie, nel quale i nostri volontari ogni mese di agosto prestano e offrono il loro servizio e aiuto.